Colomba di Pasqua con pere e cioccolato

Mi piacciono le sfide. Anche quando le perdo.
Questa colomba di Pasqua non mi è venuta al primo colpo, ma al secondo. L’errore era nella cottura, che qui di seguito troverete corretta.

Mi piace molto anche Pasqua, i colori pastello e tutti i coniglietti di forme e colori più svariati che si trovano nei negozi.
Ho avuto diversi conigli, anche se il mio preferito rimarrà sempre il coniglio Simone, ma per il momento non parlerò di lui. Magari più avanti.

Per questa ricetta ho seguito passo passo le indicazioni di Giallo Zafferano togliendo solo il sale.

Vi riporto le dosi del sito per uno stampo da 750 g anche se io ho fatto due stampi da 500 g e ho dovuto fare calcoli anche molto difficili per le dosi da utilizzare. Mi piace anche la matematica e soprattutto le proporzioni.

La cosa più difficile a mio parere è stata l’organizzazione visto che, tra le varie lievitazioni e la lavorazione, si arriva a circa 30 ore di impegno.

Quindi, per facilitarvi la vita ho messo anche gli orari in cui io ho affrontato i vari passaggi, spero possa esservi utile.

PRIMO IMPASTO
SABATO ore 8 (ebbene sì!)

INGREDIENTI
140 g di farina manitoba
40 g di latte intero a temperatura ambiente
100 g di acqua a temperatura ambiente
5 g di lievito di birra secco

PROCEDIMENTO

Versate in una ciotola la farina, il lievito disidratato e, mescolando con una spatola, aggiungete a filo prima il latte a temperatura ambiente e poi l’acqua sempre a temperatura ambiente Una volta ottenuto un composto liscio e molto idratato copritelo con della pellicola trasparente e riponetelo a lievitare nel forno spento solo con la luce accesa o con la modalità lievitazione, per almeno 2 ore, fino a che non sarà raddoppiato di volume. La temperatura ideale per la lievitazione sarebbe quella compresa tra i 27° e i 30°.

colomba di pasqua

SECONDO IMPASTO
SABATO ore 10

INGREDIENTI
100 g di farina manitoba
20 g di zucchero
20 g di burro a temperatura ambiente

PROCEDIMENTO

Una volta che il primo impasto sarà lievitato, trasferitelo nella ciotola di una planetaria, mettetele il gancio e unite lo zucchero. Una volta incorporato tutto lo zucchero passare alla farina, poco per volta e solo quando anch’essa sarà perfettamente assorbita al burro morbido, sempre poco per volta e sempre finché non sarà completamente unito all’impasto.

colomba di pasqua

Trasferite l’impasto su un piano da lavoro con pochissima farina (anche se l’impasto rimane molto morbido e incredibilmente elastico) e lavoratelo giusto il tempo di dargli una forma sferica. Mettetelo all’interno di una ciotola di vetro, coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare nuovamente, in forno spento solo con la luce accesa o comunque ad una temperatura compresa tra i 27° e i 30° per almeno 1 ora e mezza, o fino a che non avrà raddoppiato nuovamente il suo volume.

colomba di pasqua

TERZO IMPASTO
SABATO ore 11.30

INGREDIENTI
210 g di farina manitoba
120 g di zucchero
112 g di uova
80 g di burro a temperatura ambiente
un pizzico di sale
150 g di gocce di pere e cioccolato (la ricetta originale aveva la stessa quantità di uvetta e canditi)
1 baccello di vaniglia

PROCEDIMENTO

Versate il secondo impasto nella planetaria e unite lo zucchero. Quando lo zucchero sarà stato completamente assorbito versate la farina poco per volta e lasciatele incorporare bene pure lei. Quindi unite lentamente anche le uova e un pizzico (non di più) di sale e il burro morbido poco per volta aspettando che il pezzetto si sia assorbito prima di aggiungerne un altro. Unite infine i semi della vaniglia e le gocce di pere e cioccolato. Lavorate ancora con l’impastatrice il tutto fino a che non risulterà ben incordato.

colomba di pasqua

Trasferite l’impasto su un piano leggermente infarinato, appiattitelo delicatamente con le mani e dategli delle pieghe di rinforzo portando i lembi esterni della pasta verso l’interno dando all’impasto una forma sferica. Mettetelo in una ciotola di vetro, coprite con la pellicola trasparente e riponete in frigorifero per 16/18 ore (qui non aumenterà di massa e voi fino a domani siete libere… shopping!).

colomba di pasqua

SECONDO GIORNO
DOMENICA ore 8

Tirate l’impasto fuori dal frigo e ponetelo in forno spento con luce accesa a lievitare per circa 3 ore.

DOMENICA ore 11

Dopo aver fatto lievitare l’impasto in forno, trasferitelo su una spianatoia: risulterà piuttosto idratato. Se necessario, durante queste fasi di lavorazione a mano, infarinatevi leggermente le mani per lavorarlo, senza aggiungere troppa farina per evitare di far indurire troppo l’impasto. Allargatelo delicatamente con le mani. Dividete l’impasto in due parti: una che servirà per formare le ali, ed una, più consistente, che servirà per il corpo della colomba di Pasqua. Arrotolate quest’ultima parte, in modo da formare un filone e posizionatela nella parte più lunga dello stampo. Prendete l’impasto restante, dividetelo a metà e arrotolate prima una parte e poi l’altra e posizionatele nello spazio dedicato alle ali della colomba. Lasciate lievitare per almeno 3 ore e mezza fino a che non raggiungerà quasi il bordo; potete far lievitare sempre in forno spento con luce accesa.

DOMENICA ore 15

INGREDIENTI
PER LA GLASSA:
8 g di amido di mais (maizena)
40 g di mandorle pelate
50 g di albumi
15 g di farina di mais fioretto
40 g di nocciole intere spellate
50 g di zucchero di canna

PER GUARNIRE:
20 g di granella di zucchero
20 g di mandorle

Mentre la colomba di Pasqua lievita nel suo stampo, potete occuparvi di realizzare la glassa: versate in un mixer le mandorle e le nocciole pelate, unite lo zucchero di canna e frullate il tutto.

Trasferite il composto nella ciotola della planetaria, aggiungete la farina fioretto, l’amido di mais, l’albume e lavorate il tutto con la frusta per pochi minuti. Una volta ottenuta una glassa omogenea cospargetela sulla superficie della colomba, che nel frattempo avrà lievitato e guarnite con mandorle e granella di zucchero.

colomba di pasqua

Cuocete la colomba in forno statico preriscaldato a 180° per 50-55 minuti; per assicurarvi che la colomba di Pasqua sia cotta potete sempre fare la prova dello stecchino.

Una volta sfornata, inserite degli spiedini lunghi di acciaio sull’intera lunghezza della vostra colomba di Pasqua.
Poi non vi resta che mangiarla.

DOMENICA ore 16.30 circa

colomba di pasqua