Erbazzone reggiano

 

Un “mostro” sacro, un cibo che quando sto per avvicinarmi a Reggio so già che me ne mangerò un pezzo e già per strada mi viene l’acquolina.

Anche in questo caso, come per la focaccia di Recco e tutti i piatti parmigiani che trovate qua e là ma soprattutto qua, so che ognuno ha la propria ricetta e che quella ricetta è l’unica giusta. Io ho cercato di arrangiarmi e il gusto mi dice che sono andata bene.

INGREDIENTI
1 kg tra spinaci e bietole
un mazzo di cipollotti con il gambo
100 g di pancetta tritata finemente
aglio
100 g di parmigiano reggiano
350 g di farina
50 g di strutto (se proprio non lo trovate 4 cucchiai di olio extravergine di oliva)
acqua tiepida
sale
pepe

PREPARAZIONE

Preparate la pasta mescolando alla farina lo strutto, il sale e l’acqua ottenendo così un impasto sostenuto e lasciate riposare almeno una mezz’ora.

Rosolate 2/3 della pancetta con l’aglio e i cipollotti con i loro gambi tritati, aggiungete le erbette già lessate e scolate e lasciate insaporire proseguendo la cottura fino a togliere tutta l’acqua. Salate e pepate.

erbazzone

Quando il ripieno si sarà intiepidito aggiungete il formaggio.

Dividete la pasta in due, tirate sottile, adagiatela sulla teglia del forno ben unta, versate il ripieno di spinaci distribuitelo uniformemente e ricoprite con un altro strato di pasta cercando di formare delle grinze con la pasta che abbonda e punzecchiate bene.

erbazzone

Cuocete a 200° per 30’

Quasi a fine cottura ungere la superficie abbondantemente con la pancetta rimasta o l’olio  e rimettere in forno.

Una volta cotto, lasciate riposare qualche minuto e servite.

erbazzone