FOCACCIA

Ci sono cose che si dà per scontato di non sapere fare.

Io non so cantare, ci ho provato ma no, meglio di no. Nonostante questo a volte lo faccio, anche in mezzo ad altra gente, non però a volume altissimo se non ai concerti e se sono in macchina da sola.

Non so nemmeno parlare il francese ma, nonostante questo l’ho sempre capito benissimo.

Altre cose però non ci prova nemmeno tanto no, non ce la farò mai.

Non mi verrà bene, farà schifo, non sono capace.

Tante volte mi sono detta non sono capace, e non ho provato.

Poi un giorno, incapace e spaventata, a Gardaland sono salita su una giostra spaventosa. Una di quelle giostre che io di solito rimanevo giù e cercavo di capire guardando le scarpe quali fossero i miei amici che, una volta scesi, volevano tornarci di nuovo. Sarà per quello che non mi sfugge una scarpa.

Invece questa volta ci sono salita e non posso dire di essermela goduta ma posso dire che sì, ce l’ho fatta.

Basta provare.

Per anni ho desiderato di essere una di quelle persone che sa fare le focacce.

Recentemente ho avuto un’amica che ogni volta che veniva a cena mi portava la focaccia fatta da lei. Lei, già molto bella, con quella focaccia in mano brillava di luce propria. Io, nel mio angolo buio di “non lieviterà mai”, la invidiavo.

Poi ho fatto come con il Blue Tornado e ho detto va beh dai provo che sarà mai.

E la focaccia è riuscita.

A volte un regalo di compleanno si trasforma in una lezione di vita e io ora sono la ragazza che porta la focaccia. Quando non è impegnata ad andare sulle montagne russe.

INGREDIENTI PER UNA FOCACCIA
470 g di farina 0
5 g di lievito di birra secco
16 g di zucchero
230 g di acqua a temperatura ambiente
115 g di latte intero
45 g di olio extravergine d’oliva
12 g di sale fino
Rosmarino, sale grosso e olio extravergine di oliva per guarnire q.b.

PREPARAZIONE 

Mescolate insieme in una ciotolina il lievito con lo zucchero e unitelo alla farina, nella tazza di una planetaria munita di foglia a K. Azionate la planetaria e versate a filo latte e acqua che avrete mescolato insieme.

Poi unite l’olio, anche questo a filo. Continuate ad impastare fino a quando non notate che l’impasto avrà preso un po’ di consistenza, quindi sostituite la foglia a K con il gancio.

Versate il sale e continuate ad impastare per circa 15 minuti fin quando l’impasto non sarà ben incordato: l’impasto è molto idratato quindi aiutatevi con un tarocco per staccarlo dal gancio.

Trasferite il composto sul piano da lavoro leggermente infarinato sempre aiutandovi con il tarocco  e sempre con quest’ultimo date un paio di pieghe, cioè sollevate un lembo e portatelo al centro. Poi sollevate l’altra estremità e portate anche questa nel mezzo e ripetete una volta ancora.

Trasferite il composto in una ciotola e coprite con pellicola trasparente. Riponete la ciotola in forno spento con luce accesa e lasciate lievitare per 2 ore o comunque fine al raddoppio.

FOCACCIA

Ungete una teglia (io ho usato quella del forno) spennellando accuratamente tutta la superficie e lungo i bordi, versate l’impasto all’interno e ungetevi le mani per non far attaccare la pasta. Cominciate a distenderla con le punte delle dita per distribuirla fino a ricoprire interamente la superficie e i lati. Potrebbe volerci un po’.

Una volta terminato, coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare per un’altra ora in forno spento ma con la luce accesa. Trascorso il tempo andate a creare delle fossette nell’impasto con le punte della dita unte d’olio.

Cospargete con l’olio, qualche fogliolina di rosmarino e dei fiocchi di sale. La vostra focaccia è pronta per essere cotta in forno statico a 180° per circa 35–40 minuti, nella parte bassa (controllate di tanto in tanto la cottura senza aprire il forno).

FOCACCIA

Una volta cotta non vi resta che sfornarla e mangiarla (attenzione: fatela raffreddare almeno qualche minuto, dai, potete farcela).

FOCACCIA

… e poi lo so, che siete persone che non si accontentano.

Non vorrete mica non provare la focaccia alle cipolle, vero?

Allora mentre il vostro impasto lievita tagliate a listarelle 4 cipolle bianche non troppo grandi e conditele con un po’ di olio.

Terminati i tempi di lievitazione in teglia distribuite le cipolle sulla focaccia. Io ho aggiunto anche un po’ di timo.

Cuocete in forno rispettando tempi e modi di cui sopra dando un’occhiata di tanto in tanto che le cipolle non si brucino.

focaccia