Krapfen

 

Per anni mia mamma ha giustificato la sua latitanza nella produzione dei krapfen dicendo che ci voleva un mucchio di tempo per farli.

Falso!

Ci vuole il tempo di lievitazione ma farli è uno scherzo… e vogliamo parlare poi del risultato?

INGREDIENTI PER 12 KRAPFEN 
500 g farina manitoba
1 bustina di lievito di birra
50 g zucchero
1 Vaniglia in bacca
1 fialetta di aroma al limone
1 cucchiaino raso di sale
3 uova
75 g burro sciolto
25 ml latte tiepido (37-40°C)

PER FRIGGERE:
olio di semi di arachidi

PER FARCIRE E DECORARE:
2 tuorli
50 g di zucchero
15 g di farina
250 ml di latte
vaniglia o buccia di limone grattugiata
zucchero semolato

PREPARAZIONE

Setacciate la farina in una terrina larga e mescolate aggiungendo il lievito di birra secco.

Aggiungete poi lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia, l’aroma di limone, le uova e il burro liquefatto tiepido.

Amalgamate il tutto con l’aiuto di una forchetta o della planetaria, aggiungendo un poco per volta il latte tiepido ed il sale.

Lavorate l’impasto sul piano del tavolo leggermente infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido.

Rimettete l’impasto nella terrina infarinata, copritelo con un canovaccio umido o con la pellicola trasparente e lasciatelo lievitare in luogo tiepido fino a quando il suo volume sarà
raddoppiato (un’ora e mezza circa).

krapfen

Stendete l’impasto con le dita fino a ottenere un’altezza di circa 1,5 cm.

Tagliate 12 dischi di circa 6 centimetri di diametro e lasciateli lievitare per un’altra mezz’ora.

krapfen

Nel frattempo dedicatevi alla crema pasticciera.

In una casseruola lavorate i tuorli con lo zucchero, usando il cucchiaio di legno.

Aggiungete a poco a poco la farina setacciata, senza smettere di mescolare finché il composto risulta amalgamato.

Versate poco per volta, e sempre girando, il latte bollente in cui avete messo un po’ di vaniglia oppure un po’ di buccia di limone grattugiata.

Ponete sul fuoco, continuate a mescolare e fate sobbollire per 3-4 minuti.

krapfen

Versate la crema in una terrina e lasciatela raffreddare girandola di tanto in tanto perché non si formi la pellicola sulla superficie.

Friggete i krapfen in abbondante olio di semi bollente, mantenendo la temperatura costante durante la cottura.

Girate i krapfen in modo che diventino dorati su entrambi i lati (meno di due minuti per parte), quindi toglieteli dall’olio, scolateli e lasciateli sgocciolare su carta assorbente.

krapfen

Prima che i krapfen siano completamente freddi, farciteli con la crema pasticciera.

Passate i krapfen nello zucchero semolato, facendo una leggera pressione affinché lo zucchero aderisca.

Servite non appena si raffreddano e comunque consumateli entro 24 ora (ma lo so che non dureranno nemmeno a due ore!).

krapfen