Strudel

 

Lo strudel è da sempre uno dei miei dolci preferiti.

Mi piace perché non è eccessivamente dolce e anche perché è un po’ croccante.

Adoro il suo profumo e la sua consistenza.

Un piccolo particolare: mi è sempre venuto malissimo.

Certo, ho provato a farlo con la pasta sfoglia del supermercato e ok grazie (e comunque non è la stessa cosa), ma non ero mai riuscita a farlo buono dall’inizio alla fine.

Ora, invece, ce l’ho fatta, e con molta soddisfazione vi dico come.

INGREDIENTI
per la pasta
300 g farina 00
50 g burro
un uovo e un tuorlo
zucchero
sale
burro e farina per la placca e la tovaglia
per il ripieno
4 mele golden
120 g di burro
75 g di zucchero semolato
50 g di uvetta
25 g di pinoli
pangrattato
cannella
zucchero a velo
1 limone

PREPARAZIONE

Impastate 300 grammi di farina con un pizzico di sale e un cucchiaino di zucchero, il burro, morbido e a pezzetti, l’uovo e un po’ di acqua tiepida.

Lavorate a lungo ed energicamente la pasta ottenuta, che dev’essere piuttosto morbida. Quando sarà liscia, elastica e uniforme, copritela e lasciatela riposare, in luogo tiepido, per almeno 30′.

Intanto, sbucciate e affettate sottili le mele (io per sicurezza le ho messe nell’acqua fredda con il succo di mezzo limone).

A parte, fate sciogliere g 50 di burro e friggetevi g 80 di pangrattato; in un bicchiere mettete a mollo l’uvetta (con l’acqua o con un liquore).

STRUDEL

Stendete la pasta su una tovaglia infarinata usando il matterello, agendo in tutte le direzioni: dovrà diventare sottilissima, praticamente trasparente.

Pennellatela allora con g 50 di burro, quindi cospargetela con il pangrattato soffritto; su questo, disponete ben distese le fettine di mela, l’uvetta sgocciolata, i pinoli, la buccia grattugiata del limone, cannella e zucchero semolato e qualche fiocchetto di burro.

STRUDEL

Con l’aiuto della tovaglia, arrotolate il dolce su se stesso chiudendo il composto all’interno.

Premete le estremità con le dita per sigillarle, disponete lo strudel, piegato a U, sulla placca imburrata, pennellatelo con tuorlo d’uovo e infornatelo a 190° per circa un’ora.

Servitelo tiepido o freddo, cosparso di zucchero a velo (se non lo dimenticate, come ho fatto io).

STRUDEL