IL SECONDO COMPLEANNO

Le cose quando vanno dette vanno dette.

O scritte. Io riesco senza dubbio meglio così.

Questa cena, signore e signore, è stata a Marzo.

Marzo. 

Marzo-aprile-maggio-giugno.

Nello sfarfallio di giorni che si accatastano l’uno sull’altro come quando t’appoggi dove non devi e subito cade solo una cosa – e magari la prendi anche al volo e pensi “Toh che fortuna m’è andata bene” – e invece dopo quel secondo in cui tutto sembra a posto poi cade giù di tutto facendo un gran disastro io lo confesso non mi sono quasi accorta che fosse già giugno.

Domani lo faccio, domani lo faccio e ciao marzo, ciao aprile, ciao maggio, ciao giugno, CIAO GIUGNO!!??

Quindi la metto oggi, la storia sulla mia cena di marzo che con perfetto tempismo ha celebrato il secondo compleanno del blog, e con grande dolcezza l’ha fatto con le stesse persone che l’hanno visto nascere, i miei amichetti della palestra.

Che anche se i giorni passano come schegge impazzite l’ora al giorno per andare in palestra la trovo sempre, cascasse il mondo (perché ti ci sei appoggiato).

MENÙ DEL SECONDO COMPLEANNO PER 16 PERSONE 

I miei amici della palestra aumentano, qualcuno non è riuscito a venire, ma se faccio una cena, ho detto, tanto vale farla per tanta gente.

Ho iniziato a pensarci un mese prima perché da gennaio frequento un Master e, oltre al lavoro, il venerdì e il sabato sono tutto il giorno all’università a parlare di quel bellissimo mondo che è il cibo (che noia direte! io invece dico che bello! o al massimo che fame!).

Quindi mi sono dovuta organizzare al minuto, ma modestamente io a organizzarmi sono strepitosa.

Sono rimasta a lezione fino a sabato alle 18 e alle 20.30 sono arrivati gli ospiti.

E questo è il loro menù: crema di barbabietola con caprino e cracker con semi di papavero, tagliatelle di farro con carciofi, piselli e fonduta al Parmigiano, spezzatino di lonza e salsiccia al roquefort a cui non ho fatto fotografie e crema al mascarpone con cioccolato fondente e amarene.

LA TAVOLA

Per la tavola mi sono sbizzarrita. Niente da dire. Mi sono regalata 10 piatti piani nuovi. Li ho scelti mettendoci tantissimo tempo, io che di tempo me ne do sempre poco per fare qualunque cosa (tranne dormire).

Una tavola per il secondo compleanno, però lo meritava e, se vogliamo fare un bilancio, anche io.